GIUSTIZIA IN CALABRIA:COMMENTO AL SITO DI IDV

Come da anni vado proponendo, io sono contro le pene detentive e quindi contro le carceri: chi delinque deve essere condannato e costretto ad un periodo di lavoro "risarcitorio" adeguato al reato commesso! Con il lavoro "forzato" retribuito dovrà mantenersi e risarcire le vittime del suo reato e la Società: altro che carceri e mantenimento a ns carico! Pensiamo a chi lavora per una paga indecente e non riesce ad arrivare a fine mese ed ai pensionati "comuni" che percepiscono, dopo UNA VITA DI LAVORO E SACRIFICI" elemosine, non pensioni, di importo inferiore al limite di sopravvivenza (addirittura c’è chi percepisce meno di 400 euro al mese: è una vergogna ed un’offesa alla decenza per un paese cosiddetto "civile" come il nostro!).
Ed allora i fondi per le carceri impiegamoli in altre direzioni molto più "sociali"! Pensate all’aumento di addetti per controllare i "condannati lavoratori utili": con le spese attuali, per il loro mantenimento in carcere, quante opere pubbliche o di pubblica utilità si potrebbero realizzare! Sono d’accordo con Antonio Di Pietro per quanto concerne, invece, la prescrizione: una volta iniziato il processo il concetto di prescrizione
deve sparire! E’ naturale, però, che i processi devono durare un tempo equo: pensate, quale giustizia, degna di questo concetto, può risultare
 da procedimenti penali e/o civili che durino più di due anni!? Nel ns circondario, quello di Vibo Valentia, ci sono cause civili che superano
anche i 25 anni di durata: posso testimoniarlo per vicende che riguardano me o la mia Famiglia e non succede raramente!
Dopo diecine di diffide e di interventi in garanzia, dal 2002 al 2006, ma mai risolutori, io stesso ho intentato causa civile ad una famosa
casa automobilistica per difetti di fabbrica di una vettura acquistata nuova nel 2002 ed ancora siamo in appello, a Catanzaro, da più di
due anni: la causa l’ho iniziata nel 1997, siamo nel 2008 ed ancora non ho avuto giustizia! Ho vinto, senza soddisfazione completa, in
prima istanza, ma chissà quando finirà la diatriba: certamente mi servirà a poco avere giustizia dopo oltre dieci anni dal momento dell’inizio
della causa, poichè intendevo ottenere il riconoscimento dei miei diritti in un tempo che ritenevo ragionevole e cioè, speravo, in non più di
due anni !
Dieci anni e più non rendono certo giustizia ed ecco da cosa deriva la assoluta sfiducia nello stato: da noi, ormai, solo un concetto vuoto ! 
Per quanto concerne IDV, poichè, nonostante tutto quello che si possa dire, e le critiche proveniente dai cosiddetti avversari politici, specialmente dalla "cordata" berlusconiana e tutti gli Italiani liberi credo ne capiscano il perchè, esprime proposte condivisibili, ed è un movimento che va sostenuto, ma peccato che si sia collegata con il PD, sarebbe stato molto meglio se si fosse presentata alle elezioni da
sola, perchè avrebbe riportato certamente molti più consensi!

Postato da: nicola conocchiella | 25.03.08 13:48

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in PROMOZIONE SOCIALE. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...