DI PIETRO E’ AMICO DI PINO MASCIARI!!!!

II parte.
è in crisi:
I Calabresi, che osservano queste miracolose metamorfosi, restano esterrefatti: come mai nessuno, intendo tra i controllori dello stato, nota
questi fenomeni che hanno del soprannaturale!?
Da noi vanno di moda le vetture di lusso, ma, quasi sempre queste sono in disponibilità di nullafacenti che vanno avanti ed indietro a "farsi vedere": possibile che nessuno di chi dovrebbe tutelare i Cittadini noti queste anomalie diffuse e provveda a perseguirle ove rappresentino reato?
Saremmo curiosi di conoscere le dichiarazioni dei redditi di questi nababbi calabresi, considerate le spese di acquisto e quelle di mantenimento di supercar, fuoristrada e suv: spesso i possessori di questi lussuosi veicoli non hanno "attività" censite, o se ne hanno, dichiarano redditi risibili o addirittura negativi, magari da anni!
Sul ns territorio il controllo è inflessibile per le ormai rare attività che tentano, con gravissime difficoltà, di operare osservando le leggi: alle obiezioni dei titolari tartassati dai continui controlli viene controbattuto che negli elenchi
delle varie amministrazioni, gli illegali " non sono censiti" e quindi lo stato non li "conosce": praticamente l’economia illegale, che tutti i cittadini verificano e subiscono a loro danno, per chi dovrebbe tutelare gli interessi collettivi, "NON ESISTE"!!!!!
Poi però abbiamo notizia tutti i giorni, di centinaia di reati , di patrimoni immobiliari
illegali "scoperti" : lo stato perchè non ha prevenuto!?

Questa voce è stata pubblicata in COME SI E' COSTRETTI A (SOPRAV)...VIVERE IN CALABRIA!. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...