SU “L’ESPRESSO”: QUANTO “PRENDONO” GLI AVVOCATI DELLO STATO.

Ho appena letto un articolo de "L’ESPRESSO" della settimana scorsa ed ho avuto conferma di quanto vergognosa sia la condotta di molti italiani che gozzovigliano, ottenendo proventi da favola da fondi pubblici, cioè di tutti, e spendendo e spandendo, magari facendo spesso o sempre pure moralismo a destra e a manca, se non addirittura beneficenza o sostengono ONLUS, facendo pure i benefattori, con i ns soldi.
Le CASTE e le corporazioni, forse ancora più riprovevoli, in Italia, sono INFINITE!
Vi invito a leggere quest’articolo sul’AVVOCATURA DI STATO e sugli avvocati che ne fanno parte: stipendi esagerati e PREBENDE VERGOGNOSE oltre a proventi da numerosi incarichi e funzioni che si accumulano su una sola persona!
Alla faccia dei comuni Cittadini che devono sbarcare il lunario con 1000 euro al mese o poco più ed, ancor più, dei pensionati che, letteralmente e documentatamente, specialmente nelle città, con 500 euro ed anche con meno, MUOIONO DI FAME!
E poi i (ns!?) politicanti si permettono di strombazzare di occupazione e di equità sociale: ma come può aumentare l’occupazione se ci sono personaggi (tutti questi non sono persone!) che prendono a piene mani da tutti i lati ed occupano incarichi diversi dislocati in città diverse, sicuramente non riuscendo per questo, a svolgere tutti gli incarichi correttamente, mentre decine di professionisti, magari o di sicuro, più preparati, ma giovani e poco collegati con chi si è impossessato del potere pubblico e lo gestisce come personale, non riescono a sopravvivere e, caso non raro, convivono con i genitori (bamboccioni, che definizione, vergognosa per chi l’ha data, formulata per questi da chi vive nell’abbondanza, grazie alla pluralità di incarichi pubblici e privati: chissà se ha dei figli, se si, saranno di sicuro già ben sistemati anch’essi!?).
Naturalmente ci pensano poi i grandi scienziati della finanza pubblica e del fisco a stabilire loro quanto i contribuenti hanno DOVUTO guadagnare, badate bene, non effettivamente guadagnato, per mezzo di quella "favolosa" invenzione, denominata "Studi di Settore", con la quale ti impongono i redditi equi(secondo loro e solo secondo loro!), con un  metodo errato ed iniquo già per definizione, quello statistico! Tutti siamo a conoscenza dei famosi polli di Trilussa: dalla statistica risultava che in Italia, annualmente, venivano consumati, mi pare, quattro polli a testa, quindi tutto regolare l’indice di benessere, a parte un piccolo inconveniente, i dati reali!In realtà c’era qualche cittadino che, da solo, ne mangiava cento all’anno, mentre altri ventiquattro, poveracci, di polli conoscevano solo…..se stessi!
Lo stato non solo non ti difende dagli abusivi nè da chi lavora anche in nero, ma poi pretende ed impone iniquamente che il reddito sommerso e non soggetto ad imposizione fiscale  venga spalmato su tutti i contribuenti censiti, anche su quelli che, proprio per l’inefficienza dello stato, non riescono a svolgere correttaente e liberamente il proprio lavoro o professione: invece degli iniqui "Studi di Settore" perchè il fisco non controlla beni mobili e immobili intestati a tutti i cittadini, contribuenti noti o sconosciuti, politici compresi!!?? Chissà quante sorprese, quanta ricchezza in disponibilità di chi non ha  neanche un’attività dichiarata o di chi, magari da anni, dichiara redditi ridicoli, come apprendiamo dai mass media, o addirittura negativi e poi possiede ville, auto di lusso, yachts ed altri beni: quanti contribuenti che non emettono fattura o parcella e poi conducono un tenore di vita da nababbi, in stridente contrasto, specialmente con chi ha un reddito modesto, magari soggetto a ritenute alla fonte e non riesce a vivere una vita dignitosa assieme alla propria famiglia e magari o sicuramente cliente di qualcuno di quelli che pur pagandosi profumatamente un servizio o una consulenza, per un motivo o per un altro non gli hanno rilasciato la fatturao la parcella, facendo così che il meno abbiente paghi pure le tasse per loro (Cornuti e mazziati: è un ns vecchio adagio!)!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in DISOCCUPAZIONE E PLURIOCCUPAZIONE: DISAGI E SPRECHI.. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...