DA NOI RENDE MOLTISSIMO ADEGUARSI !

E’ da molto tempo che, pensando a ciò che avviene nel ns ambiente ed a come, nella ns società, viene premiato chi cambia le sue convinzioni,
volevo scrivere alcune riflessioni su questo modo di comportarsi che rappresenta bene il ns grado di emancipazione sociale.
Mi riferisco al "fenomeno" dei cosiddetti delinquenti "pentiti" ed a quello di cosiddetti "collaboratori" di giustizia e lo spunto mi è stato dato
dalla notizia che circola sottovoce ed ancora ufficiosamente per cui sembra che un altro dei grossi delinquenti della ns zona o circondario,
abbia "saltato il fosso"  e quindi sia diventato anch’esso "pentito".
Ebbene, da quello che si vocifera, chi, dopo aver commesso anche orrendi crimini ed anche più volte, si "pente", ottiene una serie di facilitazioni,
tra cui anche vantaggi economici di una certa consistenza per se e per la propria famiglia e ciò avviene anche per i collaboratori di giustizia:
la differenza tra queste figure, credo, sia che, diversamente dai "pentiti", questi ultimi non hanno commesso reati, almeno accertati, ma solo subiti!
E’ strano, però, che il "pentimento" avvenga soltanto dopo che tali delinquenti vengono acciuffati dagli operatori di giustizia, per cui, ormai, sanno
che il loro destino è segnato, poichè, accertati i reati commessi è certo (!?) che verranno condannati a pene più o meno pesanti!
A questo punto (toh !), fanno due conti e, dico io, meditando sul fatto che i loro interessi, anche delinquenziali, potranno essere meglio tutelati in condizioni diverse da quelle in caso di espiazione della pena, decidono di "pentirsi": ottengono la protezione dello stato, spesso si vendicano dei loro antagonisti nell’ambiente criminale, conservano i beni illecitamente estorti o ottenuti, ricevono uno stipendio(!), e, succede anche che, spesso,  riescano a togliersi qualche sassolino dalla scarpa, vendicandosi di qualche Tutore dell’ordine che, facendo il proprio dovere, li ha sempre perseguiti, coinvolgendolo, magari o quasi sempre d’accordo con altri "pentiti" con cui, in un modo o nell’altro, hanno potuto concordare le dichiarazioni, in qualche reato e facendolo così inquisire ed anche condannare ingiustamente (ricordiamo che i falsi reati, come i falsi incidenti stradali, sono sempre quelli che non hanno zone d’ombra per cui, in ambedue i casi, risulta tutto chiarissimo ed univoco: sono i fatti reali, quasi sempre, ad avere ambiguità e zone d’ombra che, spesso, li rendono inverosimili)!
Lo stesso succede anche a tanti cosiddetti  "collaboratori di giustizia", che, magari, pur senza commettere reati diretti, hanno "collaborato" per anni con malavitosi, nella loro professione, nel loro commercio, nella loro attività in genere, magari ostentando "soltanto" la loro amicizia con questa o quella "famiglia" o la loro condizione di "protetti" da questo o quel delinquente e così hanno fatto progredire la loro azienda "sponsorizzata" a danno di quelle libere che sono andate via via sparendo per mancanza di clienti, dirottati dagli "amici", senza parvenza di illegalità alcuna, verso quelle da loro "consigliate": a un certo punto le richieste degli "amici" si fanno talmente esose da non essere più, diciamo, ritenute sopportabili, allora ecco che l’imprenditore, il professionista, il commerciante, per salvare il salvabile, anche quello che ha realizzato grazie alla compiacenza ed alla "protezione" di quelli che erano suoi "amici" e che ora vorrebbero fagocitarlo, se non lo hanno già fatto, diventa "collaboratore di giustizia"!
Che bella vita ( e che schiaffo morale per noi comuni Cittadini)!
Dovrebbero pentirsi i Cittadini corretti, quelli che hanno cercato di fare sempre il loro dovere, di rispettare sempre le leggi, di pagare le tasse, quelli che, spesso da questo stato, formato da tutti noi in ogni veste ed in ogni attività, hanno ottenuto solo ingiustizie, non avendo nè amici nè referenti, nè soldi per ottenerli, quei cittadini che molte volte hanno dovuto chiedere i propri diritti come favori, che si sono visti sopravanzare, in ogni occasione e senza ragione, dai raccomandati, dai meno preparati, dai "figli di papà", quei Cittadini che, lavorando onestamente, riescono a malapena a  sopravvivere ed a pagare le rate dell’utilitaria, necessaria per andare al lavoro, perchè da noi i trasporti pubblici servono solo a prendere sussidi regionali, mentre delinquenti, "pentiti" e non, ed imprenditori "sponsorizzati" e collegati, viaggiano su berline di lusso, loro e i loro familiari, possiedono, spesso, diversi immobili e/o ville, e spesso risultano anche sconosciuti al fisco e non pagano, poichè "nullatenenti", neanche il ticket sanitario, scaricando i loro costi su tutta la Comunità.
Spesso, conoscendo e bene alcuni di questi "figuri", anche tristi, della zona, quando leggo qualche notizia,  relativa a questi, sui massmedia locali,
mi chiedo se chi li osanna o li difende e ne ha  fatto una icona di "santità", li conosca veramente e sappia cosa hanno fatto, come vivevano prima di questo cambiamento di"condizione", quanto bene o male abbiano fatto alla Società civile, come e perchè, realmente, sono arrivati a questo
nuovo status sociale, a fare i "pentiti", chi frequentavano o di chi erano soci o collaboratori e come agivano nei confronti dello stato, cioè di tutti i Cittadini.
Sono state fatte indagini su eventuali reati, di ogni genere, commessi da questi personaggi, prima del "salto del fosso", esistono inchieste a loro carico per eventuali illegalità, traffici o frequentazioni illecite: come hanno ottenuto i loro capitali ed acquisito i beni in loro disponibilità, hanno
pagato sempre le tasse dovute al fisco!?
Se non ci fosse da piangere, mi verrebbe da ridere quando, si apprende che, poichè l’imprenditore tal dei tali si è pentito o è diventato collaboratore di gustizia, lo stato per "aiutarlo(!?)" gli assegna appalti pubblici o altre attività remunerative, senza regolari gare di appalto!
Prima, le gare di appalto le vinceva in un modo o nell’altro, anche poco legalmente, danneggiando i concorrenti corretti, ora, addirittura, le
ottiene dallo stato direttamente, sempre e più a danno degli imprenditori corretti:  il "nuovo" cittadino ha cambiato pelle, ma i suoi interessi li sa
ben difendere e a rimetterci, in un modo o nell’altro, sono SEMPRE coloro che fanno il proprio dovere.
Il tempo passa, io sono paziente, ma mi sembra che, in Italia, il vecchio proverbio cinese, sia, da tempo, scaduto di validità: nonostante tutto
l’impegno, il "nemico" della Società, passa sì a galla, ma non è naufragato, ha solo cambiato natante: invece della barca ha ottenuto, a ns spese e alla ns faccia, uno YACHT!
Riflettiamo su questo strano modo di trattare  "diversamente" i cittadini:  il ns stato, secondo me, tratta molto meglio chi nasconde, nei propri armadi, scheletri, anche grossi e numerosi, specialmente se diventa "pentito" o "collaboratore di giustizia",  di chi ha sempre agito e si comporta correttamente, senza ombre e/o veli, e quindi non ha nessun bisogno di, nè di che, pentirsi ed è, DA SEMPRE, un vero collaboratore della Giustizia, a spese proprie e della propria Famiglia!
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in GUADAGNI SENZA RAGIONE. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...