INVITO ALL’ UTILIZZO DEL CRITERIO DEL MERITO

Su "Il Quotidiano" leggo e riporto testualmente :
" L’auspicio

«Presidente De Nisi, adesso si svegli e agisca presto»

DUE assessori dimissionari, uno ormai in maniera irrevocabile. Un assessorato ad interim. L’ex sindaco di Tropea, Peppino Romano,

in predicato per entrare in giunta su ordine di Loiero. In attesa tanti cani all’osso, pronti a gestire la vita amministrativa di questa bistrattata

provincia. In mezzo, tirato da una parte e dall’altra il presidente De Nisi, con la giacca ormai a brandelli, incapace di uscire

dal tunnel, col suo viso incredulo e perennemente pensieroso. Davanti al Palazzo, sindacati e precari a pietre, mentre nel Governo

si mettono i freni all’ottimo ministro Brunetta. Tutto il resto langue, la realtà locale si impoverisce, le idee di sviluppo si arenano

assieme alle tante iniziative del dimissionario assessore Silipo.

Il federalismo fiscale nel frattempo incombe e per fortuna molte risorse in futuro verranno meno. Sicchè, solo una gestione efficiente sarà

in grado di garantire risposte ai bisogni collettivi.

Ci vorranno, perciò, persone capaci, piene di iniziative e di idee, legate alla politica dall’amore verso il territorio e non dal bisogno di carriera,

 altrimenti vano. Ci sarà bisogno di dirigenti di grande spessore e non dei soliti beneficiati dalla politica, che di proroga in proroga, di mese in

mese nessuno ha il coraggio di mandare via. Centocinquatamila euro all’anno per tessera ricevuta. Evviva il merito!

Ma il presidente De Nisi dorme. Aspetta. Sta ancora a guardare. Ho attaccato tante volte il presidente Bruni, non certo per antipatia

personale, ma per sollecitare il riscatto di questa terra, che solo una politica con pochi compromessi può garantire.

 Il futuro di migliaia di persone è indissolubilmente legato al buon andamento della pubblica amministrazione, senza il quale ci saranno povertà,

disagio, emigrazione di massa.

E lei, caro presidente, non avrà certo sconti. Completi perciò e rapidamente la sua giunta. Ma escluda tutti quelli che vi chiedono di entrare.

Direttamente o per interposta persona. Il miglior amministratore è colui che non chiede di esseretale e che anzi addirittura è restio

a gestire la macchina del potere. Valuti la capacità delle persone che ritiene meritevoli, le loro idee, le loro capacità di relazionarsi con

le istituzioni. E non disdegni di scegliere anche chi è nella politica. Vi sono incapaci nella società civile, così come vi sono persone di

spessore all’interno dei partiti. E non parli di giunta tecnica. Le istituzioni sono sempre politiche perché sono rivolte a tutelare gli interessi di tutti.

Ma imposti anche un progetto serio di sviluppo, con un piano territoriale di coordinamento del territorio che costituisca la scia su cui intervenire,

 e che veda l’area di Maierato e del Mesima come punto nevralgico per gli insediamenti produttivi, il mare e la montagna per il turismo e l’artigianato,

 il porto come centro per la nautica e la cantieristica navale, il capoluogo come centro politico, sociale e culturale. Sostenga la tutela dell’ambiente e

 promuova la provincia come sede di università. Ma si muova. E’ già tardi. Per dormire c’è sempre tempo!

Giuseppe Pasquino

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in PROMOZIONE SOCIALE. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...