L’INDIPENDENZA DEI GIUDICI E’ SACRA E INVIOLABILE !

SENZA ENTRARE NEL MERITO, I POLITIC….ant….I, SPECIALMENTE QUELLI "DELL’ULTIMA ORA"
CARICATI SUL CARRO DELL’ "UNTO" (e bisunto), PER SERVIRLO ED ONORARLO IN QUESTA ….
..LEGISLATURA, E POI PER SEMPRE,  NON DEVONO IMPORRE I LORO VOLERI AI GIUDICI E QUINDI
"GUIDARE" LA GIUSTIZIA SECONDO GLI INTERESSI PROPRI O DEI PROPRI "COMPAGNI DI TESSERA".
CERTI PROVVEDIMENTI DEL CSM, SPECCHIANTI I VOLERI DI QUALCHE MINISTRO INTERESSATO
PER IL COINVOLGIMENTO, TRA L’ALTRO, DI POLITIC..ant..I DELLO STESSO COLORE, EVIDENZIANO
CHE ABBIAMO ORMAI OLTREPASSATO IL MOMENTO "DELLA FRUTTA", E NON CE NE SIAMO ACCORTI!
NONOSTANTI GLI INVITI E LE SOLLECITAZIONI DI TANTI CITTADINI ONESTI, GLI I…TAL…IOTI, DORMONO
ANCORA BEATAMENTE,MENTRE C’E’ CHI, BEN SVEGLIO, STA SOSTITUENDOLI IN TUTTO E PER TUTTO,
SENZA SVEGLIARLI, FACENDO, E BENISSIMO, ESCLUSIVAMENTE I PROPRI INTERESSI E QUELLI DEGLI
"AMICI" DI CASTA!
DAL  BLOG DI ANTONIO DI PIETRO RIPORTO TESTUALMENTE:
 
"Da Piazza Navona a Piazza della Repubblica

Why not non s’ha da fare.

E’ toccato al pm Luigi De Magistris, a cui fu avocata l’indagine e poi trasferito. E’ toccato al procuratore capo di Salerno Luigi Apicella con sospensione dalle funzioni e dallo stipendio. E’ toccato infine, con un trasferimento cautelare, ai due pm di Salerno, Gabriella Nuzzi e Dionigio Verasani, che indagavano sulle ragioni per cui era stato impedito da De Magistris di fare il suo lavoro.

Quello che sta avvenendo sa dell’incredibile, e quella su Apicella è una decisione senza precedenti. il Consiglio Superiore della Magistratura che ha eseguito gli ordini del ministro dell’Ingiustizia Angelino Alfano.

Le ragioni della richiesta di sospensione per bocca di Alfano sono “gli atti abnormi – riferendosi al decreto di perquisizione e sequestro disposto dai pm di Salerno gli atti dell’indagine Why Not, atti mai rilasciati alla Procura di Salerno da quella di Catanzaro – nell’ottica di una acritica difesa del De Magistris con l’intento di ricelebrare i processi a lui avocati”. Parole senza senso, che un uomo di legge, quale lui dovrebbe essere, non avrebbe mai pronunciato.

In sostanza Angelino Alfano ha messo in discussione il contenuto di un atto, la perquisizione e il sequestro chiesti dal Procuratore capo di Salerno Luigi Apicella, invece di lasciarlo impugnare davanti al Riesame o davanti alla Cassazione dagli indagati perquisiti. Atto (decreto di perquisizione e sequestro) che per lo più, successivamente, il tribunale del Riesame di Salerno, nel silenzio mediatico più assordante, ha ritenuto legittimo. Quanto accaduto è un fatto gravissimo. Unico nella storia della nostra democrazia.

Mercoledì 28 gennaio 2009 dalle 9.00 – 14.00 Italia dei Valori ed io personalmente parteciperemo unitamente all’Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia, ad altre associazioni e ai cittadini alla manifestazione in Piazza della Repubblica a Roma a sostegno del Procuratore Capo di Salerno, Luigi Apicella. Chi ci vuole stare batta un colpo.

Iscrivetevi alla "Manifestazione a sostegno del Procuratore di Salerno, Luigi Apicella" su Facebook.

Postato da Antonio Di Pietro in |

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in COME FUNZIONANO ALCUNE ISTITUZIONI. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...