ISOLATI SI PUO’ SOLTANTO SOCCOMBERE!!

Ecco un’altro dei tanti Calabresi che, nonostante l’isolamento, porta avanti le sue
idee di libertà da ogni condizionamento, sopportando enormi costi morali e sociali.
Gaetano Saffioti, come tanti Altri, ha detto no alla delinquenza organizzata ed a
quella, peggiore, dei "colletti bianchi", che si mimetizza nella società civile.
Da "CalabriaOra" leggo, condivido e sono solidale, quindi riporto testualmente:
"

Il messaggio ai giovani: «Non diventate proprietà di nessuno»

Studenti a lezione di legalità con Gaetano Saffioti

.

Da Polistena ad Arezzo, la testimonianza di un imprenditore contro la mafia

POLISTENAUna lezione di legalità tenuta

da un uomo divenuto simbolo di giustizia e

contrapposizione alla ‘ndrangheta. Sono state

le parole dell’imprenditore palmese, Gaetano

Saffioti, ad accompagnare i ragazzi polistenesi

che partecipano al progetto “Percorsi

della legalità”, che stanno vivendo attraverso

il gemellaggio con gli studenti dell’Istituto Tecnico

“Fossombroni” di Arezzo, una singolare

esperienza che li accompagnerà per sette giorni.

L’iniziativa è nata in occasione della manifestazione

organizzata da Libera, che il 21 marzo

celebrerà “la giornata nazionale della memoria

e dell’impegno in ricordo delle vittime

delle mafie”, che quest’anno si terrà a Napoli.

Ieri i giovani studenti toscani hanno conosciuto

i ragazzi di Valle del Marro – Libera Terra,

che sono impegnati nel lavoro sui terreni confiscati

alle ‘ndrine. L’incontro nel pomeriggio,

che ha segnato l’apertura della settimana della

legalità, è stato impreziosito dalla presenza

di Saffioti e di don Pino De Masi, referente di

Libera nella Piana di Gioia Tauro. Un incontro

che si è subito trasformato in testimonianza

e racconto di una Calabria, che come ha sostenuto

l’imprenditore Saffioti «è controllata

quasi completamente dalla mafia». Due forze

secondo Saffioti si contrapporrebbero in questa

«amara terra»: da una parte la volontà delle

persone di avere un riscatto sociale, di ridurre

il sistema clientelare e di controllo su

ogni attività; dall’altra però, la paura, la presenza

della ‘ndrangheta che fa di tutto per frenare

lo sviluppo, che si alimenta dell’arretratezza

della regione per la gestione completa

del denaro, degli appalti, dei finanziamenti per

le opere pubbliche e per il settore del turismo.

La testimonianza di un uomo, che in seguito

alle sue dichiarazioni ha permesso che fossero

arrestate circa 50 persone nell’operazione

della Dda di Reggio Calabria “Tallone d’Achille”.

Un uomo che però ora lavora e vive al

Nord, costretto a spostarsi con la scorta. Della

sua vita, Saffioti, ne racconta anche la difficoltà.

In primis della sua famiglia, di suo figlio,

poi la sua. «Difficile avere degli amici – dice

rammaricato – così come è complicato riuscire

ad avere dei lavori, anche dalle stesse

aziende del nord Italia, che pretendono una

garanzia. La garanzia, anche e soprattutto economica,

che spesso solo la mafia ti può dare.

Quando anche le grandi aziende constatano

che dietro di me non c’è nessuno, allora si tirano

indietro».

Nonostante ciò però, l’imprenditore, attaccato

alle sue radici e alla sua città, ha esortato

i giovani non solo a combattere e continuare

nel percorso intrapreso, ma anche a trovare la

forza di difendere con i denti la propria identità.

«Lasciate stare i soldi,

non diventate proprietà

di nessuno, ce ne sono

già tante di pecore», ha

ironizzato. Un appello è

stato rivolto allo Stato, affinché

garantisca la certezza

della pena e dia

maggiore sicurezza a chi

ha il coraggio di denunciare.

Anche don Pino ha

commentato circa la presenza

delle aziende del

nord in Calabria, sostenendo

che ne stanno determinando

lo status quo e

che dunque sarebbero solo

deleterie per la regione. Attenti i ragazzi sono

rimasti incollati alle sedie per qualche ora,

durante l’incontro moderato dal coordinatore

di “Percorsi della legalità”, Gianfranco Scaramozzino,

curiosi di sapere e capire in che modo

comportarsi per arginare il fenomeno mafioso.

Angela Corica

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in UOMINI DI ESEMPIO. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...