LA SANITA’ PUBBLICA A VIBO VALENTIA!

Ho inviato ad alcuni amici, anche  giornalisti, il resoconto di quanto successo, ancora una volta,
ad uno dei miei Familiari che ha avuto bisogno urgente del servizio sanitario pubblico.
Cari Amici,

mi preme metterVi a conoscenza di quanto successo, ancora una volta, (e sono tante) in occasione di urgenza
di controllo sanitario per improvviso malore, a Qualcuno della mia Famiglia.
Stavolta si è sentito male mio fratello Domenico, mesi fa era stato mio Padre, un paio di anni fa, mia figlia Valentina,
prima ancora mio fratello Mario: tutti, ribadisco TUTTI questi miei Familiari, hanno avuto difficoltà ad usufruire del
servizio pubblico o non sono riusciti ad ottenerlo affatto e quando hanno avuto risposta, questa è stata pessima !
Oggi pomeriggio, verso le 15 e 00′, mio fratello Domenico veniva accompagnato d’urgenza alla Guardia Medica per
un dolore acuto ed improvviso: il dott. Agostino Vallone, in servizio, lo visitava e, dopo avergli praticato un’iniezione
di antidolorifico, lo inviava al Pronto Soccorso per accertamenti più approfonditi e cure adeguate.
Al Pronto Soccorso dell’ Ospedale di Vibo, il medico di turno, alle richieste di controlli e cure per i sintomi manifestati,
rispondeva candidamente e letteralmente a mia Cognata, che Lo aveva accompagnato: " Mi dispiace, ma avete SBAGLIATO
OSPEDALE (!!??), non siamo in grado di fare nessun esame adeguato ai sintomi manifestati perchè il reparto di Urologia
è ……a Tropea(evidentemente, almeno, aveva fatto una diagnosi di disturbi all’apparato urinario).
Alle rimostranze degli Accompagnatori per la palese e vergognosa INEFFICIENZA dell’ ASL vibonese che, per quanto concerne
la spesa sanitaria, eccelle in ogni ramo, come apprendiamo dalle cronache, quasi sempre giudiziarie, interveniva, non ho capito
bene  come mai, un altro Medico che sottoponendo mio Fratello ad un esame strumentale , confermava trattarsi di dolore dovuto
a calcolosi renale e gli praticava una flebo, mi pare, di antidolorifico.
Rifiutando l’eventuale ricovero nel succitato ospedale, per mancanza del reparto dedicato, i miei Familiari chiedevano cosa avrebbero
dovuto fare in caso di recidiva dell’attacco di dolore al malato, poichè, era certo, non sarebbero tornati al Pronto Soccorso di Vibo:
veniva risposto che………….il ricovero non sarebbe stato possibile ……..neanche a Tropea poichè……..da qualche giorno il reparto di
UROLOGIA di Tropea è…..in ristrutturazione !!!
A questo punto, ritengo che i signori responsabili della Sanità Pubblica della ns provincia che non ha mai brillato per efficienza, in questi
ultimi anni meno che mai, ma solo per favoritismi personali verso gli operatori sanitari ed appalti poco chiari in ogni settore amministrato,
dovrebbero almeno pubblicare il piano di emergenza cui dovrebbero adeguarsi i malcapitati Cittadini in caso di urgenze, con direttive
esplicite, invece di lasciarli correre di qua e di la, allo sbando, in cerca di un aiuto che sarà molto difficile trovare, considerato lo stato
psicologico in cui  ci si trova, e più difficile ancora ottenere, considerato lo sfascio organizzativo delle aziende sanitarie pubbliche.
Meno male che hanno reintrodotto ed inasprito  i tickets, così, di sicuro, se non potranno beneficiare del maggiore introito i servizi
per i Cittadini, con incremento di presenza ed efficienza, ne beneficieranno i responsabili ad ogni livello, che incrementeranno i loro
proventi quasi sempre,finora, immeritatamente ottenuti: credo che stiamo proprio arrivando alla classica "goccia che farà traboccare il vaso"!
SAREBBE ORA CHE OGNI RESPONSABILE VENISSE RETRIBUITO IN BASE A CAPACITA’ ED EFFICIENZA NON IN BASE ALLA APPARTENENZA,
E PAGASSE, ADEGUATAMENTE ALLE MANSIONI SVOLTE ED A QUANTO PERCEPITO, GLI ERRORI COMMESSI PER INCAPACITA’, COLPA O DOLO,
IN CONCORRENZA CON IL O I POLITIC..ant..I CHE LO HANNO "PIAZZATO" IN QUELL’INCARICO, MAGARI  AL POSTO DI UN ALTRO PIU’ VALIDO,
MA CHE AVEVA "COLORE POLITICO" CADUTO IN DISGRAZIA, ALMENO AL MOMENTO: BASTA, LO "SPOIL SYSTEM" E’ SOLO UNA VERGOGNA!!
nicola conocchiella
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in COME SI E' COSTRETTI A SOPRAVVIVERE AIN CALABRIA........................... Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...