“A PENSAR MALE SI FA PECCATO, MA…SI INDOVINA QUASI SEMPRE!”

Il pensiero di una vecchia volpe della politica, ancora in auge, mi viene spontaneo!
Ma in che stato viviamo?
Possibile che i soldi possano decidere tutto?
Dal blog di Antonio Di Pietro, ricevo e riporto:
"

27 Giugno 2009

Dimettetevi: commensali interessati

Nessuna polemica, non vogliamo zuffe mediatiche sulla cenetta "tra vecchi amici", ma gli italiani hanno un dubbio.
Cosa ci facevano a cena insieme un corruttore improcessabile, il suo scagnozzo al Ministero della Giustizia nonché firmatario del Lodo Alfano, un indagato per corruzione aggravata dal favoreggiamento a Cosa Nostra e presidente della commissione Affari Costituzionali del Senato, il fedele sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e due componenti della Corte Costituzionale, che il 6 ottobre saranno chiamati a pronunciarsi sulla costituzionalità della legge 128 del 2008, più nota come Lodo Alfano?
Solo lo scemo del villaggio potrebbe escludere che abbiano parlato del “problemaccio” incostituzionalità. Specie se il “problemaccio”, qualora dovesse verificarsi, equivarrebbe al rientro in scena di Silvio Berlusconi nel processo a David Mills con finale scontato di condanna per corruzione.
I giudici Paolo Maria Napoletano e Luigi Mazzella hanno il dovere di non presentarsi all’udienza del 6 ottobre e di dimettersi dalla Consulta. Lo devono, non tanto agli italiani, verso cui mancano di rispetto con le ridicole spiegazioni su quei commensali così ben assortiti, ma ai loro colleghi per non compromettere la credibilità dell’istituzione che loro rappresentano.

Gli italiani non sono beoti, anche se il Presidente del Consiglio li sta facendo passare come tali, e non hanno bisogno di ascoltare le intercettazioni di quel tavolo di per capire che l’argomento più gettonato, tra un flut di Veuve Clicquot e un’aragosta, con ottime probabilità è stato il lodo della vergogna.

Su questo argomento Italia dei Valori avvierà una campagna di informazione senza sconti fino al 6 ottobre."

Ed anche dal blog di Beppe Grillo:

"Vomito costituzionale


I giudici costituzionali sono gente alla mano, cordiali. Se hanno un dubbio su una legge, per esempio il Lodo Alfano, invitano a cena Berlusconi, Gianni Letta, Alfano e Vizzini. In una bella sera di maggio hanno fatto bisboccia tutti insieme con i giudici costituzionali Luigi Mazzella e a Paolo Maria Napolitano. Chissà di cosa hanno parlato con papi. Il 6 ottobre la Corte Costituzionale si pronuncerà sul Lodo Alfano, quello che rende la banda dei quattro più uguale degli altri italiani. Secondo voi cosa decideranni i giudici? Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in FINTA DEMOCRAZIA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...