LO “SPOILSYSTEM” NON HA DISTRUTTO SOLTANTO LA SANITA’ !

Leggo e riporto la dichiarazione di un professionista che, per la carica
che riveste, e’ di sicuro ben informato e responsabile di quello che scrive.
Ma non solo nel settore sanitario succede quello che denuncia: tutte le
istituzioni e gli enti pubblici, ma non soltanto in CALABRIA, vengono
"occupati e gestiti" per "APPARTENENZA" che, raramente o quasi mai si
identifica anche con la "COMPETENZA": ecco poi il perchè dei tanti gravi
problemi di gestione che, purtoppo, nella Sanità diventano TRAGEDIE !
La vergogna è che,  alle reiterate manifestazioni di "comprensione, partecipazione
e  dolore" per le Famiglie coinvolte dal dramma, NON SEGUE ALCUN PROVVEDIMENTO
CONCRETO CONTRO IL O I RESPONSABILI,BEN INDIVIDUATI O INDIVIDUABILI !
Ecco cosa scrive il dott. Francesco Massara a proposito dei "carrozzoni" sanitari di cui
ha conoscenza:
 
" Troppi favori all’interno della sanità
 

MINISTRO Sacconi, le invio,

unitamente alla presente,

materiale vario (ritagli di

giornali, commenti, articoli,

eccetera) a conferma di quanto

segnalato nelle precedenti

note e a testimonianza di un

clima soffocante e di un potere

che sparge ovunque i propri

tentacoli, che trova la sua

massima espressione nella

sanità, dove impera, impunito,

un vero e proprio comitato

d’affari pronto a elargire favori

e prebende, promuovendo

gli uomini più funzionali a

determinati progetti e dove i

servizi sanitari sono posti al

servizio di un sistema di potere

che genera consenso per

l’autoconservazione di se

stesso, di cui i casi delle povere

Federica Monteleone ed

Eva Ruscio sono una macabra

e orripilante conseguenza.

L’Asp di Vibo Valentia risponde

concretamente a tale

sconcertante logica: gli stessi

direttori generali e commissari

– taluni senza titoli –

che con frenetica frequenza

si avvicendano alla guida della

sanità vibonese rappresentano

utili comparse che dovranno

ubbidire agli ordini

dell’attore principale e suoi

galoppini, nel caso specifico

Loiero e oligarchi, pena la loro

decadenza. In cambio, lauti

compensi e, chi sa comportarsi

bene, l’assicurazione di

una brillante carriera!

Ultimo, e non solo per ordine

cronologico, è da ricordare

il direttore attualmente in

carica, ossia il Dott. Rubens

Curia, non desueto a proclamare

legalità – specie attraverso

le comparse nelle interviste

e nelle inaugurazioni

per qualche apparecchiatura

elettromedicale che spesso rimane

impacchettata -, salvo

che tutto si lasci immodificato

e che le nomine avvengano

non certo per meritocrazia

ma solo per bassi calcoli di

bottega, così com’è avvenuto

per altri incarichi di prestigio

e per le più recenti assegnazioni

delle posizioni organizzative.

La campagna elettorale

dunque ha avuto inizio!

Tuttavia, se da un lato tale

politica scellerata può raccattare

qualche voto, in sostanza

comprato, dall’altro mette in

crisi il sistema dell’intero

comparto sanitario calabrese

e particolarmente vibonese,

dove gli stessi calabresi decidono

di emigrare anche per le

patologie più banali, perché

qui si muore, dove pure domina

l’impunità e l’ingiustizia e

i casi di Federica ed Eva rappresentano

una orribile testimonianza.

Ecco perché la mia sollecitazione,

che è anche quella

del popolo degli onesti, perché

la sanità calabrese venga

commissariata e al più presto,

per evitare che continui

questa vergogna! Lasciarla

nelle mani di questo comitato

anche per un solo giorno in

più significherebbe condividere

i disastri provocati ai

danni dei calabresi.

Oggi, signor ministro, la

sua determinazione e la volontà

dell’intero Governo centrale

sono propedeutiche perché

ci sia un messaggio rassicurante

che vada nella direzione

sperata e, almeno, per

capire se la Calabria sarà adeguatamente

attenzionata e se

la sanità calabrese avrà ancora

un futuro a cui guardare,

consapevole che non vi è magistratura

o alcuna articolazione

dello Stato che possa

cambiare il volto della sanità

in questa terra sfortunata.

Nella certezza che il suo intervento

non si farà attendere,

la ringrazio anticipatamente

e la saluto, attendendo

un solo cenno di risposta.

Francesco Massara

presidente

Ordine dei veterinari

Vibo Valentia

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in COME FUNZIONANO ALCUNE ISTITUZIONI. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...