LA VERITA’ FA MALE…………..SEMPRE!

Leggo e riporto la puntuale risposta di Pino Pasquino a coloro che fanno parte delle cosiddette istituzioni e se ne servono come se fossero "cosa propria", salvo poi a risentirsene quando Qualcuno ricorda loro che loro dovrebbero esserne solo  garanti di gestione legale trasparente (non succede, purtroppo,mai!) dell’ente nel rispetto degli interessi di Tutti, non solo di "eletti" per "nascita" o "pascita"!

Sindacalisti e conflitto d’interessi     

PRIMA di scrivere bisognerebbe

saper leggere con la dovuta attenzione.

Perché altrimenti si rischia

di capire male travisando il pensiero

altrui. Io mi assumo sempre

la piena responsabilità delle mie

opinioni ma non intendo accettare

che vengano, per comodo altrui,

alterate. Ed allora, e nel concreto,

non ho mai detto che tutte le

sessantadue nomine sono state attribuite

solo ai nullafacenti e senza

merito. Ma ho fatto salve le dovute,

seppur limitate, eccezioni. E

non scrivo mai a vanvera, ma dopo

aver ascoltato più fonti. Che sono

sempre interne all’Asp. Si tratta di

coloro che vi lavorano ogni giorno

e sono ben informati della capacità

ed i meriti dei propri colleghi. Se

il grido generale è che gli incarichi

sono stati spartiti tra sindacati,

politici e raccomandati, salvo

poche eccezioni, ed i sindacati

confederali sono gli unici a non

rendersene conto vuol dire che essi

rappresentano solo i propri interessi

e non quelli dei lavoratori

che dovrebbero invece tutelare.

Per come ho detto al dg Rubens

Curia, con il quale ho avuto un

cordiale incontro, i sindacalisti si

trovano in un vero conflitto di interessi

quando, dalla posizione

che ricoprono, vantano qualsivoglia

pretesa di carriera. Prima, infatti,

dovrebbero dimettersi da

tutti gli incarichi, e solo dopo partecipare

ai vari concorsi. Ed infatti

è nella logica delle cose che dirigenti

sindacali, singoli o con consorte

al seguito, presidenti provinciali

di ordini, raccomandati di

politici o di vari gruppi di potere

vengano beneficiati per comprare

il loro silenzio nella gestione dell’ente.

Come potrà mai parlare chi

è stato beneficiato, se qualcosa

non va ?

E’ la vecchia politica democristiana,

che i comunisti hanno portato,

però, a conseguenze ulteriori.

Quanto al fatto che io protesti

soltanto e non proponga mai alcunchè,

è la più grande fesseria

che io abbia mai sentito.

Premiare i meritevoli non è forse

una proposta? Sbattere fuori

sindacalisti, politici, massoni che

chiedono per sé o per i propri beneficiati

non lo è altrettanto? Licenziare

i fannulloni, non rappresenta

un idea? Sospendere i medici

che hanno provocato morti sospette

non lo è altrettanto? Valutare

i primari come prevede la legge

e sbattere fuori gli incapaci non

è un’altra? E potrei continuare all’infinito.

Quanto al mio impegno diretto

in politica, ci sto pensando. Ma

quando troverò un gruppo di gente

che me lo chiede, e soprattutto

non nei vecchi partiti che tutelano

i loro iscritti e gli amici degli amici.

Giuseppe Pasquino  

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in COME FUNZIONANO ALCUNE ISTITUZIONI. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...