IL PONTE SULLO STRETTO NON E’ LA PRIMA OPERA INDISPENSABILE, MA…….L’ULTIMA!!!

20 dicembre
PRIMA DEL PONTE SULLO STRETTO……………….………..
Se permettete, prima della realizzazione del ponte, avremmo necessità di superare
alcuni "PROBLEMUCCI" secolari che ci "schiacciano" e ci mantengono nel fondo
classifica tra le regioni più evolute, E LA COLPA NON E’ SOLO E SEMPRE NS, COME
CONVIENE FAR CREDERE AL RESTO DEL PAESE E COME BEN SANNO I POLITIC.ant.I
NOSTRANI ED I LORO "COMPAGNUCCI DI MERENDE" CHE "OCCUPANO" I POSTI DI
"COMANDO" IN PARLAMENTO E NELLE ALTRE ISTITUZIONI PUBBLICHE E PRIVATE!
IO SONO FAVOREVOLE AL PONTE, MA SUBORDINATO AL SUPERAMENTO DI TUTTI
QUEI PROBLEMI DI VIVIBILITA’ CIVILE, CHE CI AFFLIGGONO E CHE NESSUNO "VEDE",
PERCHE, "NON C’E’ PEGGIOR CIECO DI CHI NON VUOL VEDERE E PEGGIORE SORDO
DI CHI NON VUOL SENTIRE’": QUESTO E’ QUELLO CHE AVVIENE ORMAI DA…..SECOLI!!
Ho commentato, perciò, sul blog di Beppe Grillo, in occasione della manifestazione
contro la realizzazione del Ponte sullo Stretto:
"Si parla da tempo immemorabile del "Ponte" per eccellenza ed ogni governo ha preso in considerazione la sua realizzazione, ma si è sempre proceduto a "stop and go", per i problemi di varia natura connessi con questa opera, tecnicamente, economicamente ed architetturalmente "grandiosa".
Certamente l’opera, se e quando sarà realizzata, darà lustro ai fautori per tutto il tempo a venire: imprimerà il loro nome nel libro della Storia!
Questo ambìto risultato non poteva sfuggire al "megalomane", novello na..poleo..netto(che dovrebbe governare democraticamente mentre, invece, ritiene di essere il padrone del Paese, e, perciò, di poter fare quello che vuole), ed ai suoi sostenitori "senza se e senza ma", che rifiutano ogni critica ed ogni discussione sul loro "pupillo" e sulla sua condotta, privata e/o pubblica, per cui il "Ponte" è diventata l’opera indispensabile per lo sviluppo……d’ Italia, non certo del Sud, in particolare di Calabria e Sicilia che, PRIMA DEL PONTE, AVREBBERO BISOGNO
DI RISOLVERE DECINE DI PROBLEMI ESISTENZIALI, NON DI "PARATA".
IN CALABRIA ED IN SICILIA, NON ABBIAMO NEANCHE…
L’ACQUA PER BERE E/O PER ALTRI USI, ALMENO CON LA DISPONIBILITA’ E LE RETI DI DISTRIBUZIONE DI UN PAESE MODERNO,
NON ABBIAMO STRADE DEGNE DI QUESTO NOME, E LA COSIDDETTA "AUTOSTRADA", MAI STATA TALE, DA PIU’ DI UN DECENNIO E’ SOLO UN "CANTIERE" ININTERROTTO CHE "FORAGGIA" LE MAFIE ED AVVANTAGGIA COLORO CHE, NON TANTO NELL’OMBRA, NE SONO COLLUSI PER I MOTIVI UTILITARI PIU’ DISPARATI, DA QUELLI ECONOMICI A QUELLI DEL VOTO DI SCAMBIO, COME LE DECINE DI INDAGINI ED I NUMEROSI PROCESSI, HANNO DIMOSTRATO ANCHE SE, COME AVVIENE SPESSO, SONO FINITI, QUASI TUTTI, "A TARALLUCCI E VINO",
NON ABBIAMO TRASPORTI PUBBLICI, NE’ STRADALI NE’ FERROVIARI, ACCETTABILI,
NON ABBIAMO SERVIZI SANITARI( FUNZIONANO SOLO QUELLI PRIVATI ,DEGLI "AMICI"O DEGLI "AMICI DEGLI AMICI", COME APPRENDIAMO, OGNI GIORNO, DAI MEZZI D’INFORMAZIONE),
NON ABBIAMO SCUOLE PUBBLICHE O SERVIZI PER L’ISTRUZIONE, DEGNI DI QUESTA FUNZIONE, VITALE PER IL FUTURO DI UN PAESE, ED ANCHE IN QUESTO SETTORE,  INCOMINCIANO AD EMERGERE GLI "ISTITUTI" PRIVATI, PIU’ "EFFICIENTI" ALMENO IN APPARENZA,
NON ABBIAMO SERVIZI POSTALI E DI TRASPORTO E DISTRIBUZIONE DELLE MERCI EFFICIENTI,
NON ABBIAMO SERVIZI E RETI DI EROGAZIONE DELL’ENERGIA,  MODERNI E FUNZIONALI, CONSIDERATO CHE AD OGNI MINIMA PERTURBAZIONE,  VENGONO MENO I COLLEGAMENTI E SI RIMANE "AL BUIO",
NON ABBIAMO RETI E SERVIZI TELEFONICI E DI COMUNICAZIONE CHE ASSICURINO, ALMENO, LA CONTINUITA’DELL’EROGAZIONE,
NON ABBIAMO NEANCHE SEGNALI RADIO E TELEVISIVI, CHE COPRANO L’INTERO TERRITORIO, MA SAREBBE L’ULTIMA NECESSITA’ PERCEPITA COME ESSENZIALE CONSIDERATI I PROGRAMMI PRODOTTI E DIFFUSI, GENERALMENTE COSTOSISSIMI, MA POVERI DI CONTENUTI UTILI, 
NON ABBIAMO ANCORA TUTTO QUESTO,FORSE NON LO AVREMO MAI, E L’ ELENCO NON E’ COMPLETO,
MA AVREMO IL PONTE

TRA QUESTE DUE LANDE, DIMENTICATE "DA DIO E DAGLI UOMINI" COME PIU’ DI UNO HA COMMENTATO AMARAMENTE, USATE DA SEMPRE COME FEUDI ELETTORALI, DA POLITIC.ant.I SENZA SCRUPOLI CHE FANNO LEVA SUI BISOGNI ESSENZIALI DELLE POPOLAZIONI MERIDIONALI PER "RACCOGLIERE" VOTI, ESSERE ELETTI ED ESERCITARE IL POTERE NEI PROPRI, ESCLUSIVI, INTERESSI, COME DIMOSTRANO CON I LORO COMPORTAMENTI DA "RAS",DOPO "L’INVESTITURA". QUESTO RETAGGIO COMPORTAMENTALE DEI POLITIC.ant.I MERIDIONALI MODERNI, VIENE DALLA SUBCULTURA SECOLARE E RISPECCHIA IL MODO DI VIVERE DEI VECCHI "LATIFONDISTI" NOSTRANI, I QUALI, AL CONTRARIO DI QUELLI DEL CENTRO E DEL NORD, INVECE DI VIVERE SULLE LORO TERRE, NE SFRUTTAVANO TUTTE LE RISORSE, PREFERENDO VIVERE NELLE SONTUOSE DIMORE REALIZZATE NELLE "CAPITALI" E LASCIANDO LE LORO TERRE D’ORIGINE NELL’ARRETRATEZZA E NELLA MISERIA PIU’ NERA !
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in PROMOZIONE SOCIALE. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...