COMUNE DI BRIATICO: SCIOLTA, PER LA SECONDA VOLTA, L’AMMINISTRAZIONE DELL’ENTE !

LA ‘NDRANGHITA E ALTRE “MAFIE”, CONDIZIONANO, ANCORA, IL COMUNE: LE ISTITUZIONI DEVONO FARE CHIAREZZA !!

“SE IL COMUNE DI BRIATICO E’ STATO, DI NUOVO, SCIOLTO PER “INFILTRAZIONI” MAFIOSE, VUOL CHIARAMENTE SIGNIFICARE COME, IN QUESTO ENTE, DOPO LO SCIOGLIMENTO DEL 2003, NONOSTANTE LA PRIMA GESTIONE DEI “TRE E PIU’, COMMISSARI”, CHE DEFINIRE “ALLEGRA” E’ SOLTANTO, UN EUFEMISMO, CONSIDERATI I RISULTATI, NONOSTANTE LA SECONDA, DEL SINDACO NIGLIA, ALTRETTANTO “ALLEGRA”, POICHE’, A QUANTO RISULTEREBBE DALLA RELAZIONE CON CUI VIENE CHIESTO IL “DISSESTO ECONOMICO” DEL COMUNE, AVREBBE GENERATO, A CARICO DEL SUCCITATO ENTE, DEBITI, ANCORA IMPAGATI, PER MILIONI DI EURO, NONOSTANTE LA GESTIONE “DISASTRATA”, DELL’ATTUALE SINDACO PRESTIA, SIA CAMBIATO POCO O NIENTE !! TUTTO CIO’ CHE NON E’ CAMBIATO, ALMENO DAL 2002 AL 2012, E QUINDI CHI O COSA ABBIA DETERMINATO QUESTA ULTERIORE VERGOGNA PER LA NS ONESTA E LABORIOSA COMUNITA’, COINVOLTA SENZA COLPE IN PROVVEDIMENTI CHE NE LEDONO, IRREPARABILMENTE, IL NOME E I RAPPORTI SOCIALI ED ECONOMICI, E’ FACILMENTE RISCONTRABILE, PER CUI LE ISTITUZIONI COINVOLTE CHE AVREBBERO DOVUTO E DEVONO VIGILARE SUGLI ATTI DEGLI ENTI PUBBLICI, SE NON LO HANNO FATTO FINORA, DEVONO ANDARE FINO IN FONDO E CHIARIRE TUTTO CIO’ CHE DI OSCURO C’E’ STATO, SE C’E’ STATO, E PERSEGUIRE TUTTI I COLPEVOLI DI EVENTUALI REATI, DI OGNI TIPO, AMMINISTRATIVI E/O PENALI, SENZA GUARDARE IN FACCIA NESSUNO, “PICCOLO” O GROSSO”, SINGOLO O ASSOCIATO, SCONOSCIUTO O NOTO, “POLITICANTE” O TECNICO, CHE SIA !! ALLA GENTE DI BRIATICO, DEVE ESSERE RESTITUITA, CON LA VERITA’ E LA GIUSTA PUNIZIONE DEI COLPEVOLI DI QUESTI PUBBLICI “MISFATTI”, LA DIGNITA’, MESSA IN DISCUSSIONE, SE NON PERDUTA, PER COLPA DI CHI O DI COLORO CHE HANNO “GESTITO”, NEGLI ANNI , ANCHE CON AMMINISTRAZIONI DIVERSE, IL COMUNE A LORO PIACIMENTO E PER L’ ESCLUSIVO INTERESSE PROPRIO E DEI PROPRI “AMICI”, NON CERTO PER, E/O NELLO, INTERESSE DI TUTTI I BRIATICESI, NESSUNO ESCLUSO !! I CITTADINI, COME ANCH’IO, VOGLIONO CONOSCERE TUTTE LE CONCAUSE, FATTI E MIS..FATTI, CHE HANNO PORTATO AI DUE “SCIOGLIMENTI”: COME E PERCHE’ E QUALI ATTI E/O ELEMENTI DELLA AMMINISTRAZIONE COMUNALE, SIANO STATI “CONDIZIONATI” DALLA CRIMINALITA’, CIOE’ LA, O, LE CAUSE CHE HANNO DETERMINATO I DUE GRAVI PROVVEDIMENTI, IN NOVE ANNI, DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI !!
STA A NOI CITTADINI BRIATICESI, POI, EVENTUALMENTE, PROMUOVERE UNA “CLASSACTION” CONTRO QUESTI “PERSONAGGI” CHE, DIRETTAMENTE E/O INDIRETTAMENTE, CON LE LORO ATTIVITA’, SVOLTE NON CERTO NELL’INTERESSE GENERALE, MA COMUNQUE, SE NON A FAVORE DI QUALCUNO, CERTAMENTE “CONTRA LEGEM”, ABBIANO PROVOCATO I PROVVEDIMENTI, PER IL RISARCIMENTO DEGLI INGENTI DANNI, MORALI E MATERIALI, CHE HANNO ARRECATO A CHI OPERA SUL TERRITORIO ED ALLA INTERA COMUNITA’ !!
ilquotidianoweb.it – Infiltrazioni Mafiose, sciolti i consigli comunali di Briatico e Samo
http://www.ilquotidianoweb.it
Con poche righe in coda al comunicato stampa che annuncia i provvedimenti adottati oggi, il Consiglio dei Ministri ha decretato lo scioglimento dei consigli comunali di Briatico e Samo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in COME FUNZIONANO ALCUNE ISTITUZIONI. Contrassegna il permalink.

2 risposte a COMUNE DI BRIATICO: SCIOLTA, PER LA SECONDA VOLTA, L’AMMINISTRAZIONE DELL’ENTE !

  1. Hunt Idoto ha detto:

    Brutta notizia quella avuta via web prima e notificata poi per l’amministrazione del Dott. Francesco Prestia, il consiglio dei ministri ha firmato lo scioglimento dell’esecutivo comunale della città di Briatico. La prima volta nel 2003 e ora la seconda, giusto il tempo di una legislatura. Penso proprio ci sia qualcosa che non và. Penso sia il caso di guardarci un po’ attorno, di fare attenzione a tutto quello che ci circonda, a quello che stiamo preparando per le generazioni future, di interrogare le nostre coscienze, dopo aver fatto questo se dovessimo constatare effettivamente che da 15/20 anni a questa parte niente è cambiato ma tutto è peggiorato, forse è il caso di accettare che c’è concretamente qualcosa che non và, già…. ma cosa?
    Ora a parte qualche articolo di giornale che si limita a fare cronistoria scrivendo che qualcuno si è dimesso o che esiste un filo conduttore con il 2003,a questi pseudo giornalisti chiedo due cose: un briciolo di rispetto per noi lettori e cittadini di Briatico, forse rassegnati, ma certamente non stupidi, di non fare supposizioni o collegamenti da fantascienza e poi chiedo uno scatto di coscienza, un po’ di orgoglio, un grido alla Gregorio De Falco che và tanto di moda,
    “Dai fate una analisi, dite la vostra del perché si arriva ad uno scioglimento cazzo”
    Con questo vorrei dire che si dovrebbe analizzare il perché siamo recidivi, sicuramente deve esserci qualcosa che non và, che non si riesce a capire, qualcosa che ci sfugge, perché se cosi non fosse, se davvero si scioglie un consiglio comunale e tutti a casa felici e contenti, vuol dire essere degli stupidi incoscienti. Se invece riuscissimo a capire che c’è un errore di fondo dovremmo essere tutti quanti indignati, quantomeno disorientati, sbigottiti. Il provvedimento firmato dal C.d.M. serve a tutelare la persona del sindaco e di alcuni o forse tutti i consiglieri perché si suppone anzi si è certi che subiscono dei condizionamenti o addirittura infiltrazioni mafiosi. Ora che succede a parte che saremo senza un amministrazione cittadina per un po’ di tempo, non avremo un interlocutore per esprimere la rabbia per la mancata raccolta dei rifiuti, non ci sarà una persona direttamente responsabile per la mancata programmazione della stagione estiva e così via, beh!? A questo siamo abituati ma cosa succede veramente?
    Il C.d.M. tutela gli amministratori ma chi tutela i cittadini?
    Chi tutela i commercianti?
    Chi tutela gli operatori turistici?
    Chi tutela i turisti o gli emigranti che vengono a fare le vacanze dopo un anno di lavoro e si troveranno un amministrazione coattiva, che limiterà il suo impegno alla normale routine se non peggio, qualcuno potrà dire “Meglio della amministrazione attuale” ma non è questa la soluzione.
    Insomma tutti a casa a preparare le nuove liste,e finisce tutto.
    Senza chiedersi niente senza chiedersi neanche un perché?
    Ma perché quando si presentano le liste il prefetto non si boccia in quel frangente le liste in odor di Mafia?
    Ma perché chi viene sciolto per infiltrazione non perde il diritto per almeno due tornate elettorali a potersi ri-candidare?
    Ma perché il comune e tutte le associazioni di commercianti, professionisti, operatori turistici, non si costituiscono parte civile in un atto di tutela legale contro chi provoca lo scioglimento o è direttamente responsabile alla rovina e al decadimento di un intera comunità.

    Forse il male stesso siamo noi in quel minuto dentro la cabina elettorale in cui dovremmo fare ricorso alla nostra coscienza, al nostro pensiero di cambiare il futuro e invece è palese che nella consolidata abulia generale, ormai l’apatia collettiva è diventata genetica, quindi sarà difficile pensare di migliorare sperando in una presa di coscienza atta a stravolgere il degrado culturale e il degenerare dei rapporti umani ormai penso
    che la gioventù a parte guardare “il grande fratello” e rifarsi le tette,non abbia più lo spirito di combattere per ottenere ciò che vuole, ciò che sia giusto per questa generazione. Allo stato attuale emerge solo una cosa è inutile qualsiasi volontà di fare, di cambiare e che il risultato è ormai scritto dal magnifico mazziere.
    A questo punto mi astengo anche dal supportare la più stupida e debole iniziativa politica o la più lodevole forma per stimolare il senso civico, poiché allo stato attuale niente può cambiare le cose. Il Mazziere ormai è diventato onnipotente e forse siamo noi che dovremmo formattarci e inserire lo stesso sistema operativo che usa lui, standardizzandoci così all’attuale contesto.
    L’amministrazione sciolta a questo punto,sicuramente promuoverà dei tavoli di discussione, dei dibattiti, per sensibilizzare l’elettorato sul problema esistente, anche loro saranno stupiti dell’accaduto e di certo quando si sono presentati con la lista: “Rinnoviamo il cavolo” erano certo sicuri che avrebbero realizzato il loro programma presentato.
    Sicuramente uniti per come sono stati mentre governavano,lavoravano spalla a spalla uno per l’altro,sicuramente per raggiungere il fine comune. Il loro obiettivo quello di migliorare lo status vivendi di Briatico, era un progetto comune per questo nessuno si è dimesso quando qualcosa non andava, nessuno si è dimesso quando non veniva accontentato personalmente, nessuno costituiva gruppi di maggioranza all’interno della maggioranza, si erano proprio uniti, una pigna. Ricordo che durante la campagna elettorale della trasparenza e della legalità ne hanno fatto un punto fermo. E durante questi 18 mesi il rispetto dei ruoli, la scarsa gelosia dei gruppi di lavoro è stata encomiabile. Si è potuto constatare che la volontà e l’impegno di voler mantenere ed esaltare le caratteristiche le peculiarità di Briatico sono state portate all’apoteosi. Vergogna!! senza questo softsistema senza la convivenza degli uomini che detengono il potere e lo usano per il prestigio personale tradendo il mandato ricevuto dagli elettori e mettendolo a disposizione del sottogoverno beh! Senza questo la mafia non potrebbe agire spavalda e sicuramente con il massimo margine di sicurezza.
    Il consiglio comunale sciolto, zero aperture di attività commerciali, abusi edilizi e lo sportello bancario, chiuso.
    Sveglia amici, abbiamo perso tutti….

    Hunt Idoto

  2. nicolaconocchiella ha detto:

    Anche se vedo il Tuo commento, soltanto ora, concordo in toto con la Tua analisi: la situazione attuale è ancora più grave e credo che tra poco sarà decretato il terzo scioglimento ! Qualcuno, che avrebbe dovuto bloccare le elezioni, seppure allertato di cosa stesse avvenendo prima della presentazione delle liste, stavolta ha avallato la presentazione di una lista unica, e quindi le candidature in essa espresse, anche se tanti dei candidati erano già noti per essere stati coinvolti nei precedenti scioglimenti. Concordo anche sul fatto che i Commissari abbiano gestito e gestiscono i Comuni molto peggio delle peggiori amministrazioni elette e che dovremmo costituirci parte civile contro chi, colpevole dell’accaduto, dovrebbe pagare i danni fatti alla ns Comunità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...