TRACOLLO AZIENDE DEBITRICI

In questi ultimi mesi alla ns Azienda di Famiglia, da parte di ns Debitori, stanno arrivando numerose comunicazioni di loro richiesta di Concordato Preventivo. E’ questa una procedura legale prevista per le Aziende in difficoltà che, pagando parte dei loro debiti, con l’accettazione da parte dei loro Creditori, fa loro evitare il fallimento, Praticamente l’Azienda in difficoltà, per legge, deve pagare i Dipendenti al 100 %, gli Enti Previdenziali al 100 %, l’ Erario al 100%, le spese della procedura al 100 %, e, NOTATE BENE, anche le Banche Creditrici al 100 %: GLI UNICI AD ESSERE PENALIZZATI DA QUESTA INIQUA PROCEDURA, SONO I CREDITORI COMUNI, COME LA NS AZIENDA, SE NON ABBIANO ISCRITTO IPOTECHE E/O PIGNORAMENTI SUI BENI DELLA DEBITRICE, cosa certamente rara, poichè di solito i rapporti commerciali sono improntati alla fiducia.     Con questo “sistema”, a noi, viene offerta una MISERA, VERGOGNOSA, OFFENSIVA, PERCENTUALE, INFERIORE AL 35 % DEL NS CREDITO !! Occorre intervenire  subito, allora, per tutelare i Creditori “normali”, come noi, poichè se i ns Debitori, chiedessero TUTTI il Concordato, che, per legge, non è RIFIUTABILE a priori, riusciremmo ad incassare, come e quando non si sa, soltanto circa 1/3 dei ns crediti: COME POTREMMO SALDARE I NS DEBITI !!?? DOVREMMO CHIEDERE, ANCHE NOI, SENZA AVERNE ALCUNA COLPA, IL CONCORDATO PREVENTIVO, POTENDO PAGARE SOLTANTO UNA PARTE DEI NS DEBITI !!?? Questa legislazione fallimentare, come tante altre, e in altri campi sociali, è fortemente iniqua poichè “tratta” i Creditori, in modo differente: NON SI CAPISCE, INFATTI COME GLI “ALTRI” CREDITORI, PER ESEMPIO L’ERARIO E LE BANCHE,  DEBBANO ESSERE FAVORITI RISPETTO AI COMUNI FORNITORI DI BENI E SERVIZI, COME NOI !! Allora, se una Azienda in difficoltà viene ammessa al Concordato, ANZITUTTO, TUTTI I SUOI CREDITORI DEVONO ESSERE TRATTATI ALLO STESSO MODO E PAGATI IN EGUAL PERCENTUALE, e tutte le Aziende Creditrici di Questa, devono essere AUTORIZZATE per legge, a saldare i loro debiti, detraendo una percentuale di essi, idonea a compensare il mancato pagamento della parte di Credito vantato !! Soltanto così sarà evitata una “catena” di disastri economici, che coinvolgerà, anche le Aziende “sane”, che, per colpa dei loro Clienti e della iniqua e miope, IRRAZIONALE, legislazione, non potranno fare fronte a tutti i loro Debiti: i BILANCI PREVEDONO CORRETTAMENTE ENTRATE ED USCITE, CHE DEVONO PER FORZA, ANDARE IN “PAREGGIO”, ma, se le entrate previste e registrate, SU CUI IL CREDITORE HA  GIA’ PAGATO IVA E TASSE AD UNO STATO CHE NON FORNISCE ALCUNA TUTELA CONCRETA, E CIO’ CHE STO SCRIVENDO LO DIMOSTRA, vengono meno, QUESTO NON SARA’ IN GRADO DI FARE FRONTE A TUTTE LE “USCITE”, CIOE’ AI SUOI DEBITI !! LE AZIENDE CORRETTE VOGLIONO FAR FRONTE A TUTTI I LORO IMPEGNI, E LO STATO DEVE TUTELARLE CORRETTAMENTE, MA CIO’ CHE STA AVVENENDO, DIMOSTRA CHE NON LO FA PROPRIO: PER EVITARE DISASTROSI COINVOLGIMENTI DELLE AZIENDE CORRETTE, RIBADISCO ALLORA, BISOGNA, AL PIU’ PRESTO, CAMBIARE LA LEGISLAZIONE IN MATERIA, ANCHE OBBLIGANDO, PER LEGGE, TUTTE LE AZIENDE A FORNIRE, AD OGNI LORO FORNITORE, IDONEA FIDEJUSSIONE, CHE COPRA I PROPRI DEBITI CORRENTI !!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in COME FUNZIONANO ALCUNE ISTITUZIONI, LEGISLAZIONE OBSOLETA ED INIQUA. Contrassegna il permalink.

2 risposte a TRACOLLO AZIENDE DEBITRICI

  1. Saverio Di Bella ha detto:

    La situazione che denunci è di una gravità inaudita.
    Realtà come quelle evidenziate possono scatenare reazioni a catena dagli effetti devastanti.
    E’ proprio vero che ci si trova di fronte a situazioni nelle quali gli uomini e le aziende da loro create sono fatti per la legge e non le leggi per gli uomini e le aziende.
    Un disastro annunciato per lo Stato e per la società civile perché il baratro che rischia di aprirsi inghiottirebbe tutti.
    Le leggi che presiedono alle questioni da te denunciate vanne modificate con urgenza assoluta e con assoluta priorità.
    Saverio Di Bella

  2. Mi ero illuso, per “strani” debiti di una delle aziende in “concordato”, non riportati nell contabilità dell’azienda, ma riportati, non capiamo come e perchè, in quella dei commissari giudiziari, come abbiamo fatto rilevare al Giudice Delegato, l’offerta effettiva è scesa a meno del 10 %: una cosa immorale, vergognosa, indecente, se pensiamo che, sui crediti che vantiamo, abbiamo pagato a questo Stato che, pure, non ci ha mai tutelato, neanche per altri gravi situazioni ambientali, l’IVA a oltre il 21 % e le tasse varie per almeno un altro buon 40 % !! Praticamente, oltre a perdere il tutto il capitale e le spese sostenute per produzione e vendita dei ns inerti, lo Stato ci ruba oltre il 40 % del fatturato: se non altro, dovremmo avere il diritto alla restituzione, almeno, di questo !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...